Le perle dell’Umbria

Dal 25  al 27 GIUGNO 2021

La festa della lavanda si svolge in un giardino di 2 ettari creato oltre che per l’ amore per le piante, e per la lavanda, per questo evento che attira persone da tutta Italia, e consente a tutti di immergersi in un paesaggio profumato in mezzo alla natura ed ammirare questo bellissimo spettacolo: filari di lavanda rosa, blu, viola, lilla, bianchi incorniciati dal magnifico sfondo di Assisi, la città natale di San Francesco un Santo che amava infinitamente la natura. 

1° GIORNO: CAMPOBASSO – SPOLETO – SPELLO

Incontro con i partecipanti a Campobasso (Ex stadio Romagnoli) alle ore 5:30 e partenza per Spoleto. Arrivo tarda mattinata, incontro con la guida e visita della città, dal glorioso passato romano che rivive soprattutto nel teatro e nei resti dell’antico foro, ancora parte integrante della quotidianità spoletina. Spoleto è conosciuta in tutto il mondo per la scenografica piazza Duomo, una delle sedi del famoso Festival dei Due Mondi e per l’imponente Rocca Albornoziana che, insieme al Ponte delle Torri, possono essere considerati tra i monumenti di maggior interesse dell’Umbria. Pranzo libero a cura dei partecipanti e trasferimento a Spello per la visita guidata della città. Allungata su uno sperone del Monte Subasio, il placido borgo umbro di Spello si presenta al visitatore con le sue case colorate di rosa. Tra i suoi vicoli acciottolati, nelle chiese affrescate, all’ombra dei suoi monumenti, Spello conserva i segni della sua lunga storia: romana, longobarda, di papi e signori. Di questi secoli di splendore oggi ci restano le mura fortificate romane meglio conservate d’Italia, 3 magnifiche porte di ingresso al borgo, il fitto reticolo di stradine che da maggio a luglio diventano palcoscenico fiorito e raggiungono il culmine con l’Infiorata. Poi c’è il Pinturicchio: il suo passaggio a Spello ci ha lasciato molti capolavori. Prima di tutto la Cappella Baglioni, poi la pala d’altare con la Madonna col bambino in trono nella Chiesa di Sant’Andrea. In serata sistemazione in hotel nei dintorni di Assisi, cena e pernottamento.

2° GIORNO: ASSISI – RASIGLIA

Colazione in hotel e la mattinata sarà dedicata alla visita guidata di Assisi. Assisi, con il suo centro storico, la basilica di San Francesco e gli altri siti francescani, unitamente alla quasi totalità del territorio comunale, sono stati dichiarati nel 2000 Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco. Tra i numerosi monumenti che rendono Assisi una delle mete turistiche artisticamente più ricche, spiccano la basilica di San Francescocon la tomba del Santo e i capolavori di alcuni tra i maggiori artisti di tutti i tempi quali Cimabue, Giotto, Pietro Lorenzetti e Simone Martini, la basilica di Santa Chiara e la romanica cattedrale di San Rufino. Sulla piazza del Comune si trovano il palazzo dei Priori, il duecentesco palazzo del Capitano del Popolo con la torre Civica e il cosiddetto tempio di Minerva, l’edificio romano più conservato dell’intera regione, realizzato tra il 40 e 30 a.C. Dopo il pranzo in ristorante, trasferimento a Rasiglia, un borgo incantato dove ruscelli gorgoglianti scorrono tra le case e il tempo sembra essersi fermato. La piccola Venezia umbra o borgo dei ruscelli: è con questo nome che Rasiglia è diventata famosa negli ultimi anni. Merito della sua fama sono le acque della sorgente di Capovena, che dall’alto della collina scendono attraverso il paese in limpidi canali e cascatelle. Durante l’anno ha appena 40 abitanti, mentre nella bella stagione attira frotte di visitatori ogni giorno.

Le acque che attraversano Rasiglia sono quelle del fiume Menotre, che scorre più in basso nella valle omonima. All’interno del borgo i corsi d’acqua serpeggiano tra le tipiche case in pietra col loro suono musicale, fino a confluire in una grande vasca, chiamata la Peschiera. Trasferimento in hotel per la cena e pernottamento.

 3° GIORNO: CASTELNUOVO DI ASSISI – CAMPOBASSO

Prima colazione in hotel. Partenza per Castelnuovo di Assisi per partecipare al Festival della Lavanda. Nei bellissimi campi del VIVAIO GIARDINO IL LAVANDETO DI ASSISI ormai da 12 anni si festeggia la fioritura della lavanda. Immersi nella bellissima campagna Umbra, incorniciata dallo sfondo di Assisi potrete scoprire ed ammirare le tantissime varietà di lavanda coltivate. Il lavandeto è un’azienda con 3 ettari di campi coltivati. Vanta una ricca collezione di piante di lavanda di vario genere e di vario colore (bianca, rosa, blu e viola), un parco botanico, una collezione di vari tipi di salvie e un orto giardino delle piante officinali. Incontro con il personale dell’azienda che ci accompagna in una visita guidata dei campi e del laboratorio dove avviene la trasformazione dei fiori in olio essenziale di lavanda. Nel mercatino, allestito completamente all’aperto, è possibile acquistare una grande varietà di prodotti dai sacchettini con i fiori di lavanda, ai bouquets, ai profumi, ai saponi fino alle tisane. Negli spazi attrezzati del lavandeto ci accomodiamo per consumare un pasto da asporto che ci consente di godere appieno di questa giornata all’aperto.

Nel pomeriggio partenza per il rientro in sede.

Prezzo

295,00
  • Min 25 partecipanti

MODALITA’ DI PAGAMENTO: Da Concordare

• PRENOTAZIONE E ACCONTO DI € 150,00 A PERSONA ENTRO IL 10 GIUGNO 2021 • SALDO UNA SETTIMANA PRIMA DELLA PARTENZA
Scarica il programma

Vuoi partecipare a questo viaggio?

Compila i campi sotto indicati

    Torna in cima